Preparare atleti esperti o allenare neofiti?

Se siete preparatori alle prime esperienze e state iniziando ad approcciarvi all'insegnamento dei tre big (squat, panca & stacco da terra), non potete assolutamente non leggere “STRENGTH TRAINING” di Valerio Vaccaro ed Enrico Bomboletti.




Dalle menti e dalle esperienze di questi due uomini, nasce un testo che ha lo scopo di insegnare passo dopo passo, dettaglio su dettaglio, l'insegnamento di queste alzate, rivolte in particolar modo a coloro che si avvicinano al mondo della forza per la prima volta. Non è raro entrare in una comune palestra di fitness/wellness e trovare comunque utenti a cui piaccia eseguire questi tre esercizi (o per lo meno la panca piana, è risaputo da tutti ormai che la domanda più comune da sentire in palestra sia:”Quanto fai di panca?”), perciò meglio essere in grado di insegnare la corretta esecuzione di queste alzate per evitare prima di tutto che i nostri clienti si facciano male e vadano incontro ad infortuni ed in secondo luogo, per evitare di vedere movimenti osceni al limite della credenza umana.


In questo testo vediamo metodologie di insegnamento rivolte ad un vastissimo bacino di utenza, perché, come spiegato anche nell'introduzione del libro, allenamento della forza e powerlifting, al contrario di quello che pensa il “frequentatore” medio della palestra, non sempre coincidono; anzi in realtà sono molte di più le persone che svolgono allenamenti atti ad aumentare la forza senza però gareggiare in questo sport, poiché i benefici dati da questo tipo di allenamento sono innumerevoli.


Per rendere l'idea di quanto sia importante essere forti, cito una famosa frase di Bret Contreras: ”Se pensi che sollevare i pesi sia pericoloso, prova ad essere debole. Essere debole è pericoloso”.

Con questa frase voglio invitare tutti voi lettori (in caso non lo facciate già) ad allenarvi per diventare forti ed inoltre vi invito a leggere questo testo per poter allargare il vostro bagaglio culturale sull'allenamento.


Quello presentato in questo articolo, è un libro estremamente pratico che non si ferma a spiegare la teoria degli esercizi, anzi, viene data quasi per scontata; in questo manuale troverete ogni dettaglio su come curare la tecnica dei tre esercizi fondamentali, elementi pratici da mettere in atto ed anche input vocali da dare ai vostri allievi per far comprendere al meglio la corretta tecnica esecutiva e renderla perfetta per ogni singolo atleta con tutte le sue peculiarità (altezza, leve, mobilità ecc.).



Leggendo questo testo non solo imparerete ad insegnare la corretta tecnica ad atleti neofiti, ma potrete anche trovare qualche tips/consiglio da dare anche ad atleti medio-esperti, con ciò non intendo assolutamente dire che troverete la chiave di volta per sbloccare un atleta esperto con 10 anni di allenamento alle spalle che si trova in una situazione di stallo, ma sicuramente c'è sempre qualcosa di nuovo da imparare per migliorarsi. Vengono presentati alcune delle varianti dei tre big e viene inoltre illustrato tutto ciò che gira intorno al famigerato “Sticking point”: la sua descrizione e come poterlo superare. Se non avete idea di cosa sia uno sticking point, non preoccupatevi, vi basterà leggere “STRENGTH TRAINING” e vi apparirà tutto più chiaro!


Per concludere, questo libro è altamente consigliato, però come già detto, è prettamente pratico e se siete interessati alla biomeccanica di questi esercizi, ancora una volta vi basterà leggere il manuale di Vaccaro e Bomboletti, poiché citano diverse volte un libro di grande spessore a proposito di questo argomento.


Detto ciò, non mi resta che augurarvi una buona lettura e un buon allenamento.






Articolo di Dario Tullio

Foto di Francesco Carrieri

BUNKER48
Via Negrelli, 10 Livorno
© 2019 Bunker48. All rights reserved.
www.bunker48.it
Coaching online
Strongman e Powerlifting gym